Contattaci: 081 7703565 - 081 5461980

News

CONTATTACI

NOTIZIE DAL MONDO DEL SERRAMENTO

Tutte le novità dalla ditta Fratelli De Marinis riguardanti offerte, promozioni, nuove lavorazioni, partecipazioni a fiere e molto altro.

Autore: unknown adriano 08 lug, 2017
La tenda veneziana Metalunic trova un vasto impiego. Le lamelle possono essere inclinate sia manualmente, sia automaticamente a qualsiasi altezza. La sicurezza antisollevamento rende difficile la vita agli scassinatori.
Struttura interamente metallica con lamelle autoportanti. Meccanismo di salita e orientamento integrato nelle guide laterali. Sollevamento laterale con catene a rulli in acciaio. Catena di cerniera in acciaio inox per l'orientamento delle lamelle in ogni posizione della tenda. Inclinazione lamelle per discesa 45° o 70°. Salita della tenda con lamelle orizzontale. Buona funzione di oscuramento. Sicurezza antisollevamento in ogni posizione. Blocco automatico allo stato chiuso. La protezione del prodotto impedisce che la tenda sia danneggiata in caso di urto contro ostacoli. Lamelle in alluminio con bordatura alle loro estremità, con guarnizione silenziatrice a labbra applicata a pressione. Verniciatura a fuoco in 150 Premium Colors. Binari di guida laterali (85 x 45 mm) in alluminio estruso, anodizzazione incolore, con elementi di scorrimento e silenziatori in plastica sulle braccia di posizionamento.

Autore: unknown adriano 29 giu, 2017
I pericoli oggigiorno sono dietro l’angolo e si ha bisogno di un luogo dove potersi sentire più sicuri e protetti, di una casa dove trovare ristoro senza avvertire l’ansia e la paura di essere colpiti all’improvviso da malintenzionati che violano la privacy e la proprietà privata.
Da statistiche attuali contenute nel Rapporto annuale sulla sicurezza del Ministero dell’Interno si desume che le rapine nelle abitazioni sono in crescita per quantità e gravità, pericolosità; i malviventi ne approfittano soprattutto quando i proprietari sono assenti per un certo periodo. Occorre pertanto adottare sistemi di protezione volti a difendere le cose e le persone contro furti e rapine.
La casa pertanto va protetta, tanti sono i sistemi oggigiorno diffusi, sia di tipo passivo, consistenti nell’installazione di dispositivi che bloccano l’ingresso di estranei, sia di tipo attivo, con l’introduzione d’impianti di videosorveglianza e di allarme.
Il metodo passivo è quello più tradizionale, il più collaudato e anche il più economico, consiste nell’introdurre porte blindate, infissi antieffrazione, inferriate di sicurezza di ogni tipo, come ad esempio le grate per finestre, oggi presenti sul commercio in tanti modelli e tipologie all’avanguardia.
Adatte a ogni situazione sono  le grate di sicurezza a scomparsa verticale , ottima tipologia, utilizzata anche come inferriate per balconi e come rimedio al problema dell’integrazione architettonica, un sistema di sicurezza all’avanguardia di tipo mobile è quello SICURLIM con il vantaggio di essere utilizzato quando effettivamente occorre mentre in altri momenti è a scomparsa; è attivabile elettronicamente con un semplice comando, modulabile, facile da inserire in ogni tipo di architettura senza deturpare i prospetti, sistema dall’elegante deterrenza.
È una soluzione applicabile in qualsiasi contesto residenziale, come appartamenti, attici e ville, ma anche commerciali; garantisce maggiore sicurezza rispetto alla classica saracinesca e permette una maggiore visibilità.
Tra i tanti modelli di grate proposti, il nuovo profilo quadro viene considerata come una soluzione moderna e di design, che rende esteticamente belli gli infissi oltre a garantire un alto livello di protezione.
La peculiarità di queste grate in ferro per finestre, utilizzabili anche per porte e lucernari, consiste nella possibilità di impacchettare la grata all’interno di un cassonetto, monoblocco con guide di scorrimento verticale più grata motorizzata bloccabile con serratura a doppia mappa, con blocco bilaterale orizzontale, attraverso aste composte da tondo trafilato da 10 mm e rinforzi verticali.
Il monoblocco è in lamiera zincata 12/10, possiede un cassonetto dotato d’ispezione frontale, rivestito internamente con polietilene espanso adesivo, i tubolari in acciaio hanno sezione ovale, tondo o quadro in FE 360 verniciato a polveri termoindurenti a 180° previo trattamento con primer.
La grata  garantisce maggiore luminosità e libertà visiva, si adatta a ogni singola esigenza raggiungendo lunghezze oltre i tre metri, disponibile in tutti i colori Ral, caratterizzata da due sistemi antisollevamento di cui il primo costituito dal fermo motore, mentre il secondo da una serratura posta in basso che manovra due assi di acciaio, i quali, terminano la loro corsa nei montanti laterali della grata.La serratura può essere personalizzata e installata a seconda della posizione dell’anta infisso.
Il cassonetto coibentato è incluso nel sistema di grata a scomparsa verticale, è costituito esternamente da una lamiera in acciaio, zincata a freddo, verniciata con polveri epossidiche a 180°C. Il pannello ha elevate caratteristiche di isolamento termico.
Diverse solo le soluzioni di cassonetto messe a disposizione dall’azienda: grata esterna con tapparella interna, grata esterna con cassonetto ridotto e tapparella interna, grata interna e tapparella esterna, solo grata con cassonetto ridotto, con o senza persiane.
La prima combinazione, attualmente la più richiesta, prevede dunque la tapparella interna che ha un effetto deterrenza d’impatto all’intrusione; la seconda è adottata in situazioni particolari, come ad esempio in presenza di travi calate, muri con piccoli spessori, situazioni che non consentono l’adozione delle misure standardizzate.
La tapparella esterna e la grata interna è una soluzione finalizzata a mantenere il prospetto edilizio inalterato, comporta l’immissione di un cassonetto dall’altezza maggiore; la versione solo grata prevede l’introduzione della persiana o dello scurone, è indicata per progetti con tende tecniche, per esercizi commerciali, negozi, istituti bancari, officine che necessitano di visibilità.
Le grate di sicurezza sono verniciate in tutti i colori della scala RAL con polveri termoindurenti, come già accennato in precedenza, previo trattamento con primer, verniciatura senza manutenzione, compiuta insieme al trattamento elettrolitico di ogni componente.
Il cassonetto è ispezionabile ed è coibentato termicamente giacché realizzato con materiali isolanti sagomati, applicabili sull’intera superficie.





Autore: unknown adriano 14 giu, 2017


Il senso assoluto di libertà ! Soluzione dal design minimale per gli   scorrevoli con struttura di alluminio ridotta   (dal greco Phos = Luce).

Il sistema   scorrevole in alluminio SUPREME S650   di ALUMIL è la soluzione ideale per progetti che richiedono ampi spazi vetrati con linee ridotte di alluminio. Robusto quanto elegante, garantisce al contempo stesso un' elevata funzionalità, performance e design architettonico minimale.

Il principale vantaggio del sistema consiste nel miglioramento delle condizioni di vita,   massimizzando l'illuminazione naturale e riducendo al minimo la superficie in alluminio visibile, facendo sentire i residenti più vicino all'ambiente esterno e aumentando il loro senso di libertà.


•   Tutti i profilati in alluminio sono ridotti così da massimizzare l'illuminazione naturale.
•   Una larghezza di soli 25 mm di alluminio visibile nel montante centrale.
•   Elevati livelli di isolamento termico con speciali poliammidi anti-distorsione.

•   Profili nascosti supplementari per il deflusso dell'acqua.
•   Carrelli in acciaio inossidabile per uno scorrimento lineare e massima funzionalità con elevata tolleranza alla corrosione.
•   Per tutte le tipologie di scorrevoli parallelo inclusi quelli ad angolo.
•   Profilati speciali per l'implementazione di tipologie multi-telaio.

Caratteristiche tecniche
•   Larghezza dei profili di alluminio: profili ridotti
•   Altezza della struttura: 59 mm
•   Spessore della struttura: 164 mm
•   Altezza del telaio: 22/32 mm
•   Spessore del telaio: 62 mm
•   Larghezza del montante centrale: 25 mm
•   Portata dell’anta: fino a 600 Κg
•   Spessori Vetro: 45 mm
•   Isolamento: Poliammidi, PVC

Prestazioni del sistema
•   Isolamento termico: EN ISO 10077-2 ; Uw = 1,1 W / m²K
* Per dimensioni della finestra 5,00 x 2,50 m - Ug=0,7 W/m2K

Autore: unknown adriano 12 giu, 2017

Scorrevole Schüco ASS 70.HI Design Edition : elevate prestazioni tecniche ed estetiche in un unico sistema. Performance, design, funzionalità: Schüco Italia presenta il nuovo scorrevole ASS 70.HI Design Edition, che coniuga la bellezza di una specchiatura dalle grandi dimensioni – con pesi d’anta fino a 400 kg – a prestazioni energetiche molto elevate, a seconda della versione e della dimensione.

Caratterizzato da una sezione centrale di soli 48 mm, il sistema in alluminio Schüco ASS 70.HI Design Edition si distingue per i profili molto sottili.

Disponibile con soglia a terra ribassata di soli 25 mm, il sistema consente il passaggio agevole delle persone tra i diversi ambienti. Grazie agli ingombri minimi, inoltre, lo scorrevole Schüco ASS 70.HI Design Edition può essere installato senza importanti opere murarie, rivelandosi un alleato strategico in caso di ristrutturazione.

ASS 70 HI, per scorrevoli e scorrevoli a sollevamento, presenta un profilo di anta di 70 mm e un profondità del telaio fisso a partire da 160 mm e un’ampia varietà di tipologie basata su telai a 1, 2 e 3 rotaie.

DESIGN

  • Peso dell'anta fino a 300 kg, fino a 400 kg come design speciale.
  • Dimensioni dell'anta fino a un massimo di 9 m²: elevata trasparenza e massimo penetrazione di luce.
  • Ampia scelta di colori, possibilità di colori diversi all'interno e all'esterno.

AUTOMAZIONE

  • Apparecchiatura alternativa: il sistema di azionamento completamente a scomparsa Schüco e-slide apre, chiude e blocca anche elementi scorrevoli a sollevamento a tutta altezza

SICUREZZA

  • Antieffrazione fino alla classe RC 2 secondo DIN V ENV 1627

FUNZIONALITA' AVANZATE

  • Apparecchiature di alta qualità per un utilizzo confortevole.
  • Sistema di drenaggio eccellente con impermeabilità fino a 1050 Pa
Autore: unknown adriano 07 giu, 2017
DOMAL ALIANTE il design si mette in luce, l'infisso sposa il concetto di design.
Per info, CONTATTATECI.
Autore: unknown adriano 07 giu, 2017
ANCHE PER IL 2017 E' STATO CONFERMATO L'ECOBONUS FINO AL 65%   PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
ECCO LE LINEE GUIDA PER USUFRUIRNE
 
SERRAMENTI E INFISSI 
REQUISITI GENERALI CHE L’IMMOBILE OGGETTO D’INTERVENTO DEVE POSSEDERE PER POTER USUFRUIRE DELLE DETRAZIONI: • alla data della richiesta di detrazione, deve essere “esistente”, ossia accatastato o con richiesta di accatastamento in corso; • deve essere in regola con il pagamento di eventuali tributi; • deve essere dotato di impianto di riscaldamento (come definito dalla nostra faq n° 37). • in caso di demolizione, dal 21 agosto 2013, qualora l’intervento abbia le caratteristiche per configurarsi come “ristrutturazione edilizia” (ossia l’immobile non sia soggetto a vincolo ai sensi del D.lgs. 42/2004 e non ricada nella zona A del D.M.1444/68), si ritiene agevolabile la ricostruzione dell’immobile con il solo rispetto della volumetria di quello preesistente; • in caso di ristrutturazione senza demolizione, se essa presenta ampliamenti, non è consentito far riferimento al comma 344, ma ai singoli commi 345, 346 e 347 solo per la parte non ampliata.
REQUISITI TECNICI SPECIFICI DELL’INTERVENTO: • l’intervento deve configurarsi come sostituzione o modifica di elementi già esistenti (e non come nuova installazione); • deve delimitare un volume riscaldato verso l’esterno o verso vani non riscaldati; • deve assicurare un valore di trasmittanza termica (Uw) inferiore o uguale al valore di trasmittanza limite riportato in tabella 2 del D.M. 26 gennaio 2010.
ALTRE OPERE AGEVOLABILI: assicurate le condizioni su esposte: • scuri, persiane, avvolgibili, cassonetti (se solidali con l’infisso) e suoi elementi accessori, purché tale sostituzione avvenga simultaneamente a quella degli infissi (o del solo vetro). In questo caso, nella valutazione della trasmittanza, può considerarsi anche l’apporto degli elementi oscuranti, assicurandosi che il valore di trasmittanza complessivo non superi il valore limite di cui sopra.
DOCUMENTAZIONE NECESSARIA: a) documentazione da conservare a cura del cliente: • l’asseverazione redatta da un tecnico abilitato (ingegnere, architetto, geometra o perito) iscritto al proprio Albo professionale, nella quale deve essere indicato il valore di trasmittanza dei nuovi infissi (ricavato dalla documentazione tecnica in possesso del cliente o calcolato secondo le modalità indicate nella nostra faq n°39) e asseverato che tale valore rispetta il valore di trasmittanza limite riportato in tabella 2 del D.M. 26 gennaio 2010. • in alternativa, la certificazione del produttore dell’infisso che attesti il rispetto dei medesimi requisiti. Inoltre: un documento che attesti il valore di trasmittanza dei vecchi infissi (che può essere stimato anche in modo approssimativo, utilizzando l’algoritmo appositamente elaborato e posto al link “per i tecnici” del nostro sito), che può essere riportato: • all’interno della certificazione del produttore (di cui abbiamo già parlato), in una zona a campo libero; • in un’autocertificazione del produttore; • nell’asseverazione. N.B. In base alle disposizioni di cui al D.M. 6 agosto 2009, l’asseverazione può essere:  sostituita dalla dichiarazione resa dal direttore dei lavori sulla conformità al progetto delle opere realizzate (obbligatoria ai sensi dell’Art.8, comma 2, del D.Lgs. n°192 del 2005);  esplicitata nella relazione attestante la rispondenza alle prescrizioni per il contenimento del consumo di energia degli edifici e relativi impianti termici (che ai sensi dell’Art.28, comma 1, della L. n°10 del 1991 occorre depositare presso le amministrazioni competenti).
 Ed infine occorre conservare anche i seguenti documenti: di tipo “amministrativo”: • fatture relative alle spese sostenute; • ricevuta del bonifico bancario o postale (modalità di pagamento obbligata nel caso di richiedente persona fisica), che rechi chiaramente come causale il riferimento alla legge finanziaria 2007, numero della fattura e relativa data, oltre ai dati del richiedente la detrazione e del beneficiario del bonifico; • ricevuta dell’invio effettuato all’ENEA (codice CPID), che costituisce garanzia che la documentazione è stata trasmessa. Nel caso di invio postale, ricevuta della raccomandata postale; di tipo “tecnico”: • schede tecniche; • originali inviati all’ENEA firmati (dal tecnico e/o dal cliente); • nel caso di interventi che non interessano singole unità immobiliari, dal 4 agosto 2013, l’Attestato di Prestazione Energetica (A.P.E.). Per ulteriori informazioni, si rimanda alla nostra faq n°67. b) documentazione da trasmettere all’ENEA: esclusivamente attraverso l’apposito sito web relativo all’anno in cui sono terminati i lavori,  entro i 90 giorni successivi alla fine dei lavori, come da collaudo delle opere o nel caso di interventi di riqualificazione energetica di basso impatto (ad esempio la sostituzione di infissi), come da dichiarazione di conformità: (La richiesta di detrazione può essere trasmessa ad ENEA anche oltre i 90 giorni, qualora sussistano le condizioni riportate nella nostra faq n°70 e si seguano le procedure in essa riportate) 1) solo nel caso di interventi in singole unità immobiliari, ossia univocamente definite al Catasto urbano, tale documentazione consiste in: • Allegato F al “decreto edifici” che può anche essere redatto dal singolo utente; 2) in tutti i casi diversi da quelli di cui sopra (ad esempio, interventi che riguardano parti condominiali), la documentazione è la seguente: • Attestato di qualificazione energetica, redatto da un tecnico abilitato, con i dati di cui all’Allegato A al “decreto edifici”; • Scheda descrittiva dell’intervento (Allegato E al “decreto edifici”); c) documentazione da trasmettere all’Agenzia delle Entrate: • Comunicazione, per i soli lavori che proseguono oltre il periodo di imposta
Autore: unknown adriano 08 lug, 2017
La tenda veneziana Metalunic trova un vasto impiego. Le lamelle possono essere inclinate sia manualmente, sia automaticamente a qualsiasi altezza. La sicurezza antisollevamento rende difficile la vita agli scassinatori.
Struttura interamente metallica con lamelle autoportanti. Meccanismo di salita e orientamento integrato nelle guide laterali. Sollevamento laterale con catene a rulli in acciaio. Catena di cerniera in acciaio inox per l'orientamento delle lamelle in ogni posizione della tenda. Inclinazione lamelle per discesa 45° o 70°. Salita della tenda con lamelle orizzontale. Buona funzione di oscuramento. Sicurezza antisollevamento in ogni posizione. Blocco automatico allo stato chiuso. La protezione del prodotto impedisce che la tenda sia danneggiata in caso di urto contro ostacoli. Lamelle in alluminio con bordatura alle loro estremità, con guarnizione silenziatrice a labbra applicata a pressione. Verniciatura a fuoco in 150 Premium Colors. Binari di guida laterali (85 x 45 mm) in alluminio estruso, anodizzazione incolore, con elementi di scorrimento e silenziatori in plastica sulle braccia di posizionamento.

Autore: unknown adriano 29 giu, 2017
I pericoli oggigiorno sono dietro l’angolo e si ha bisogno di un luogo dove potersi sentire più sicuri e protetti, di una casa dove trovare ristoro senza avvertire l’ansia e la paura di essere colpiti all’improvviso da malintenzionati che violano la privacy e la proprietà privata.
Da statistiche attuali contenute nel Rapporto annuale sulla sicurezza del Ministero dell’Interno si desume che le rapine nelle abitazioni sono in crescita per quantità e gravità, pericolosità; i malviventi ne approfittano soprattutto quando i proprietari sono assenti per un certo periodo. Occorre pertanto adottare sistemi di protezione volti a difendere le cose e le persone contro furti e rapine.
La casa pertanto va protetta, tanti sono i sistemi oggigiorno diffusi, sia di tipo passivo, consistenti nell’installazione di dispositivi che bloccano l’ingresso di estranei, sia di tipo attivo, con l’introduzione d’impianti di videosorveglianza e di allarme.
Il metodo passivo è quello più tradizionale, il più collaudato e anche il più economico, consiste nell’introdurre porte blindate, infissi antieffrazione, inferriate di sicurezza di ogni tipo, come ad esempio le grate per finestre, oggi presenti sul commercio in tanti modelli e tipologie all’avanguardia.
Adatte a ogni situazione sono  le grate di sicurezza a scomparsa verticale , ottima tipologia, utilizzata anche come inferriate per balconi e come rimedio al problema dell’integrazione architettonica, un sistema di sicurezza all’avanguardia di tipo mobile è quello SICURLIM con il vantaggio di essere utilizzato quando effettivamente occorre mentre in altri momenti è a scomparsa; è attivabile elettronicamente con un semplice comando, modulabile, facile da inserire in ogni tipo di architettura senza deturpare i prospetti, sistema dall’elegante deterrenza.
È una soluzione applicabile in qualsiasi contesto residenziale, come appartamenti, attici e ville, ma anche commerciali; garantisce maggiore sicurezza rispetto alla classica saracinesca e permette una maggiore visibilità.
Tra i tanti modelli di grate proposti, il nuovo profilo quadro viene considerata come una soluzione moderna e di design, che rende esteticamente belli gli infissi oltre a garantire un alto livello di protezione.
La peculiarità di queste grate in ferro per finestre, utilizzabili anche per porte e lucernari, consiste nella possibilità di impacchettare la grata all’interno di un cassonetto, monoblocco con guide di scorrimento verticale più grata motorizzata bloccabile con serratura a doppia mappa, con blocco bilaterale orizzontale, attraverso aste composte da tondo trafilato da 10 mm e rinforzi verticali.
Il monoblocco è in lamiera zincata 12/10, possiede un cassonetto dotato d’ispezione frontale, rivestito internamente con polietilene espanso adesivo, i tubolari in acciaio hanno sezione ovale, tondo o quadro in FE 360 verniciato a polveri termoindurenti a 180° previo trattamento con primer.
La grata  garantisce maggiore luminosità e libertà visiva, si adatta a ogni singola esigenza raggiungendo lunghezze oltre i tre metri, disponibile in tutti i colori Ral, caratterizzata da due sistemi antisollevamento di cui il primo costituito dal fermo motore, mentre il secondo da una serratura posta in basso che manovra due assi di acciaio, i quali, terminano la loro corsa nei montanti laterali della grata.La serratura può essere personalizzata e installata a seconda della posizione dell’anta infisso.
Il cassonetto coibentato è incluso nel sistema di grata a scomparsa verticale, è costituito esternamente da una lamiera in acciaio, zincata a freddo, verniciata con polveri epossidiche a 180°C. Il pannello ha elevate caratteristiche di isolamento termico.
Diverse solo le soluzioni di cassonetto messe a disposizione dall’azienda: grata esterna con tapparella interna, grata esterna con cassonetto ridotto e tapparella interna, grata interna e tapparella esterna, solo grata con cassonetto ridotto, con o senza persiane.
La prima combinazione, attualmente la più richiesta, prevede dunque la tapparella interna che ha un effetto deterrenza d’impatto all’intrusione; la seconda è adottata in situazioni particolari, come ad esempio in presenza di travi calate, muri con piccoli spessori, situazioni che non consentono l’adozione delle misure standardizzate.
La tapparella esterna e la grata interna è una soluzione finalizzata a mantenere il prospetto edilizio inalterato, comporta l’immissione di un cassonetto dall’altezza maggiore; la versione solo grata prevede l’introduzione della persiana o dello scurone, è indicata per progetti con tende tecniche, per esercizi commerciali, negozi, istituti bancari, officine che necessitano di visibilità.
Le grate di sicurezza sono verniciate in tutti i colori della scala RAL con polveri termoindurenti, come già accennato in precedenza, previo trattamento con primer, verniciatura senza manutenzione, compiuta insieme al trattamento elettrolitico di ogni componente.
Il cassonetto è ispezionabile ed è coibentato termicamente giacché realizzato con materiali isolanti sagomati, applicabili sull’intera superficie.





Autore: unknown adriano 14 giu, 2017


Il senso assoluto di libertà ! Soluzione dal design minimale per gli   scorrevoli con struttura di alluminio ridotta   (dal greco Phos = Luce).

Il sistema   scorrevole in alluminio SUPREME S650   di ALUMIL è la soluzione ideale per progetti che richiedono ampi spazi vetrati con linee ridotte di alluminio. Robusto quanto elegante, garantisce al contempo stesso un' elevata funzionalità, performance e design architettonico minimale.

Il principale vantaggio del sistema consiste nel miglioramento delle condizioni di vita,   massimizzando l'illuminazione naturale e riducendo al minimo la superficie in alluminio visibile, facendo sentire i residenti più vicino all'ambiente esterno e aumentando il loro senso di libertà.


•   Tutti i profilati in alluminio sono ridotti così da massimizzare l'illuminazione naturale.
•   Una larghezza di soli 25 mm di alluminio visibile nel montante centrale.
•   Elevati livelli di isolamento termico con speciali poliammidi anti-distorsione.

•   Profili nascosti supplementari per il deflusso dell'acqua.
•   Carrelli in acciaio inossidabile per uno scorrimento lineare e massima funzionalità con elevata tolleranza alla corrosione.
•   Per tutte le tipologie di scorrevoli parallelo inclusi quelli ad angolo.
•   Profilati speciali per l'implementazione di tipologie multi-telaio.

Caratteristiche tecniche
•   Larghezza dei profili di alluminio: profili ridotti
•   Altezza della struttura: 59 mm
•   Spessore della struttura: 164 mm
•   Altezza del telaio: 22/32 mm
•   Spessore del telaio: 62 mm
•   Larghezza del montante centrale: 25 mm
•   Portata dell’anta: fino a 600 Κg
•   Spessori Vetro: 45 mm
•   Isolamento: Poliammidi, PVC

Prestazioni del sistema
•   Isolamento termico: EN ISO 10077-2 ; Uw = 1,1 W / m²K
* Per dimensioni della finestra 5,00 x 2,50 m - Ug=0,7 W/m2K

Altri post
Share by: